Perché il 90% dei gruppi Linkedin e Facebook sono una discarica [Video]

gruppi social discarica

Quando pubblichi un nuovo articolo sul tuo blog lo spari a raffica su qualche decina di gruppi Linkedin e Facebook?

Abbiamo parlato di questo qualche giorno fa sul Gruppo Facebook di Content Marketing Italia e ne è nata una discussione interessante.

 

Osservando ciò che accade online però, questa sembrerebbe essere una buona pratica da seguire, infatti è molto diffusa e la utilizzano ogni giorno:

  • marketer affermati
  • signori nessuno
  • aziende
  • agenzie di marketing

Di cosa sto parlando esattamente?

Mi riferisco al copia e incolla seriale che avviene più o meno in questo modo:

1. Pubblico un nuovo articolo sul mio blog

2. Copio il link con la funzione CTRL+C

3. Visito ogni gruppo Facebook e Linkedin che mi capiti a tiro e nel giro di 10 minuti utilizzo la funzione CTRL+V almeno una ventina di volte

4. Lo accompagno con frasi inutili tipo “Hey, ho pubblicato un nuovo articolo sulle palle di Fra Giulio, leggetelo e condividete”

 

Per questo il 90% dei gruppi sono una discarica a cielo aperto di link morti e inutili.

 

Funziona davvero? Io credo proprio di no.

Non è questo l’approccio per generare interesse, interazione e conversioni. Al contrario, è l’approccio che mi porta a scappare da gruppi e utenti che si comportano in questo modo perché di base NON parlano con me.

Come evitare di farti del male?

Sparare a pioggia i tuoi contenuti in questo modo significa farti del male e far del male al tuo lavoro perché anche un buon contenuto sparato a fionda in modalità push finisce con l’essere respinto.

La soluzione è lavorare sulle relazioni:

– se vuoi diffondere su altri gruppi crea relazione, spiega cosa vuoi ottenere dal gruppo (un parere? un consiglio? il loro punto di vista?)

– costruisci il tuo quartier generale: apri un gruppo e allontana chi viene a fare la sua “pisciatina” premiando invece chi partecipa

Funziona? Sì.

P.S. i gruppi non sono luoghi fisici, non sono una compilation di link. Sono relazioni tra utenti. Se pubblichi in modo seriale e vieni regolarmente ignorato concordi sul fatto che ci sia un problema?

Formazione Content Marketing

→ Ne parlo nel mio ultimo libro dedicato al marketing di contenuti [Scarica l’anteprima QUI]

The following two tabs change content below.
Papà di Matilde e Ludovico. Aiuto aziende e professionisti a creare e utilizzare i contenuti come strumento di marketing online.

Lascia un commento

*