#170 La differenza tra buoni propositi e scelte radicali

2 Condivisioni

Finalmente disponibile il mio primo CORSO per diventare una Fottuta Rockstar del Podcasting [Qui tutte le info]

 

Il bilancio di fine anno non funziona perché si fanno valutazioni in un momento in cui non abbiamo lucidità per analizzare e nemmeno per pianificare. Il mio consiglio è quello di applicare quello che spiego in questa puntata in qualsiasi altro momento dell’anno e non per forza per valutare i 12 mesi precedenti. Analizzare quanto fatto, porsi obiettivi e abbandonare cattive abitudini funziona e andrebbe fatto con regolarità quando si producono contenuti.

Quelli che chiamo buoni propositi in realtà hanno a che vedere con l’unico proposito sano che dovremmo rinnovare facendo Content Marketing. Spiego tutto in puntata.

In questa puntata…

3.40” 3 riflessioni importanti di fine anno:
– Fai una riflessione sui risultati ottenuti per capire cosa ha funzionato e dove invece puoi migliorare.
– Individua alcuni buoni propositi.
Butta via ciò che non serve più.

3.34” Individua un periodo temporale significativo e tira le somme sui risultati ottenuti. Quindi:

1. Individua il numero di contenuti pubblicati su ogni piattaforma.
Questo ci offre gratificazione e coraggio per andare avanti oppure – se non abbiamo prodotto abbastanza – ci mette di fronte a problemi da risolvere.

2. Analizza i risultati ottenuti.
Se hai prodotto molto, ma i risultati sono stati scarsi bisogna capire cos’è andato storto e individuare i punti su cui migliorare.
Spesso il problema è quello di offrire troppo materiale senza andare a “raccogliere” i frutti del nostro lavoro (contenuti senza marketing).

17.00” I buoni propositi.
I buoni propositi devono essere veritieri e specifici.
Il problema non è individuarli, ma realizzarli davvero.

L’unico proposito davvero importante è quello di circondarti di persone propositive e di immergerti in un contesto stimolante.
Cerca un luogo dove poterti confrontare con altre persone illuminate. È questo il proposito più efficace di tutti.
La cosa bella è che queste persone non sono da cercare: ti troveranno loro grazie ai contenuti che pubblichi.

Cerchiamo un contesto propositivo, con gente che come noi vuole vincere la sfida della comunicazione.
Circondarti di queste persone ti aiuterà a raggiungere i tuoi obiettivi perché i risultati diventano una conseguenza naturale quando ci confrontiamo con le persone giuste.

27.00 Butta via tutto ciò che non ti serve.
Mi riferisco a tutte le persone che si sono dimostrate ostili e contrarie alle tue iniziative che hanno a che vedere con la comunicazione.
Può essere doloroso, ma aspettare produrrà un dolore più grande.
Persone così vanno eliminate dal nostro business perché ci creano stress inutili e ci fanno sentire insicuri.
In buona sostanza chiunque disapprovi, derida o mostri indifferenza verso le attività di comunicazione su cui stai investendo, non va “convertito” ma allontanato.
È una scelta radicale quanto sana per il successo della tua attività.

Quante possibilità daresti a un collaboratore che ruba?
Quante possibilità daresti a un dipendente infedele?
Quante possibilità daresti a un fornitore che non rispetta accordi e standard?

Circondarti di persone che ostacolano anche con la semplice indifferenza il tuo lavoro di comunicazione è molto più pericoloso.

 

Questa puntata è offerta da VideoMarketingforBusiness.net
Supervisione grafica di Cristiano Guerra per TheBrandDesigner.com


Ascolta Content Marketing Italia Show anche su:

podcast itunes

The following two tabs change content below.
Adoro le aziende che vogliono comunicare in prima persona. Con loro sono disposto a compiere un miglio extra per aiutarle a creare quei contenuti che i clienti vedono come soluzioni preziose.

Ultimi post di Alessio Beltrami (vedi tutti)

2 Condivisioni