#130 Come trovare idee per creare contenuti? [4 soluzioni]

1 Condivisioni

Come trovare idee contenuti

ATTENZIONE: qui puoi acquistare questa puntata in formato integrale assieme alle altre 99 puntate storiche di Content Marketing Italia Show.

Come trovare nuove idee per creare contenuti? Quando devi creare articoli, video o podcast dove si possono trovare idee valide?

La mia storia… Negli ultimi 15 anni ho scritto di ogni argomento perché scrivere contenuti per le aziende è sempre stato il mio lavoro e trovare nuove idee è un problema che ho dovuto affrontare ogni santo giorno. Negli anni le cose sono cambiate, la competizione è aumentata e assieme alla competizione è aumentata anche la mia esperienza e gli strumenti che avevo a disposizione.

Nonostante questo, la difficoltà di individuare nuove idee è sempre stata un ostacolo da superare, anche perché, col passare del tempo, sono aumentate le responsabilità – più vieni pagato e più aspettative vengono riposte nel tuo lavoro.

Ho individuato 4 approcci che oggi uso con regolarità, facendo attenzione a bilanciarli tra loro a seconda della situazione. Ognuna di queste soluzioni funziona perché trova le sue risposte andando davvero al cuore del problema: il rapporto azienda – cliente.

Questi 4 elementi fanno parte della mia fabbrica delle idee e ho deciso di condividerli con te.

Hans Georg Gadamer diceva: “La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande” e io credo che il principio valga anche per le nostre conoscenze, idee ed esperienze. Anche per questo fare Content Marketing è una scelta saggia.

In questa puntata…

5.21” Primo elemento: i problemi
Facciamo una bella fotografia di quelli che sono tutti i problemi che la nostra attività ha riscontrato. Analizziamo con oggettività le segnalazioni e gli avvenimenti spiacevoli riportati dai nostri clienti, mettendoli nero su bianco e rimanendo fedeli alla realtà dei fatti. Chi “spreca” il suo tempo a lamentarsi con noi perché insoddisfatto del nostro prodotto o della relativa esperienza di vendita, ci sta regalando una vera e propria opportunità di miglioramento: non facciamocela scappare!

9.51” Secondo elemento: l’esperienza
Se c’è qualcosa che nessuno potrà mai rubarci è la nostra esperienza. Quindi, costruiamo dei contenuti parlando di noi stessi, del valore aggiunto che apportiamo e di ciò che abbiamo imparato in questi anni di lavoro. Così, dopo aver analizzato le problematiche, l’esperienza potrà darci la credibilità necessaria per rendere le nostre conclusioni personali autorevoli.

15.17” Terzo elemento: la ricerca
La ricerca può aiutarci a capire se il nostro contenuto può incuriosire ed attrarre. Infatti, valutare ciò che gli utenti ricercano online e con quale frequenza lo fanno, è un grande indicatore di interesse. Ma attenzione, non si tratta di un dato assoluto e preciso: se è vero che un volume di ricerca alto corrisponde a del potenziale interesse, è anche vero che non sempre equivale ad una reale intenzione d’acquisto.
Poche nozioni di Google Ads possono bastare per analizzare come performano le parole chiave sul motore di ricerca e di conseguenza possono dirci cosa cercano i clienti e in che misura. Non è l’unico dato che ci interessa, ma è un dato importante.

23’14” Quarto elemento: il mercato
Aggiungiamo un ultimo elemento a questa scala di valori: il mercato e come esso percepisce il nostro brand. La nostra reputazione cresce in maniera proporzionale all’opinione pubblica legata al nostro prodotto. Cosa pensano i clienti di noi? Che valori associano al nostro nome? Monitorando ed incentivando questo aspetto i benefici possono essere diversi:
1. il mercato diventa la nostra cassa di risonanza e ci sostiene nella diffusione dei nostri contenuti rendendoli ancora più credibili
2. il confronto costante con temi d’attualità e problemi che coinvolgono quotidianamente altre realtà ci permette di prendere spunto per rafforzare le nostre idee e farne nascere di nuove

26’03” Riassumendo…
Per generare nuovi contenuti partiamo dai problemi: ciò che i nostri clienti hanno detto o fatto. Questi sono fondamentali perché ci permettono di creare empatia con il nostro mercato, allontanandoci dal punto di vista aziendale. Grazie alla nostra esperienza, possiamo analizzare i fatti dando una spiegazione ragionata su quanto accaduto. Uniamoci infine il supporto della ricerca, per ottenere dati sui temi ai quali il mercato si dimostra più interessato, e lo studio continuo degli argomenti che ogni giorno l’opinione pubblica affronta.

Abbiamo già parlato di come creare contenuti innovativi, di come realizzarne di straordinari e anche di come renderli competitivi. Ora, abbiamo tutte le carte in regola per diventare delle vere e proprie fabbriche di idee interessanti e attraenti. Ma come in ogni disciplina, anche la creazione di contenuti prevede il giorno zero: d’altronde, non cambia tanto dall’allenamento fisico… il coraggio di iniziare, l’impegno e la dedizione quotidiana portano sempre a ottimi risultati. Garantito.

 

*illustrazione di Cristiano Guerra per TheBrandDesigner.com 

 

The following two tabs change content below.
Adoro le aziende che vogliono comunicare in prima persona. Con loro sono disposto a compiere un miglio extra per aiutarle a creare quei contenuti che i clienti vedono come soluzioni preziose.

Ultimi post di Alessio Beltrami (vedi tutti)

1 Condivisioni